fbpx

Learn Anything Anywhere

“Facilitiamo la conoscenza in un mondo che si muove”

Concorso Allievi Carabinieri: ecco il bando da 2938 posti
concorso 2938 carabinieri

Concorso Allievi Carabinieri: ecco il bando da 2938 posti

Requisiti, posti a concorso e modalità di presentazione della domanda
Concorso Allievi Carabinieri: ecco il bando da 2938 posti
concorso 2938 carabinieri

Il 20 luglio 2021 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo concorso indetto per l’arruolamento di 2938 allievi carabinieri, destinato a coloro i quali siano attivi come volontari VFP1 o VFP4 e con scadenza del termine di presentazione della domanda prevista per il 4 settembre 2021.

Tra i titoli valutati ci sono le certificazioni informatiche. La certificazione IDCERT, ad esempio, attesta le competenze informatiche e consente di ottenere un maggiore punteggio ai fini della graduatoria.

Concorso Allievi Carabinieri: i posti disponibili

Come abbiamo anticipato, i posti a concorso sono 2938 e sono riconducibili alle figure di carabiniere ed appuntano dell’Arma dei Carabinieri. Ecco come sono ripartiti i posti disponibili:
 
  • 2057 riservati ai volontari in ferma prefissata di 1 anno (VFP1) e ai volontari in ferma prefissata (VFP4), in entrambi casi in servizio;
  • 32 per allievi carabinieri in ferma quadriennale, destinati a colo che possiedono l’attestato di bilinguismo, ai sensi dell’articolo 4 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n.752;
  •  881 destinati ai cittadini italiani che non abbiano superato in ventiseiesimo anno d’età. Limite esteso a 28 per coloro che abbiano già prestato servizio militare.

Titoli e requisiti di partecipazione al concorso

Il titolo principale per l’accesso al concorso è il diploma di istruzione secondaria di secondo grado per i non VFP1 e VFP4; per i militari in servizio e in congedo è richiesto il diploma di istruzione secondaria di primo grado.

Oltre a questo, sono validi ai fini delle graduatorie pubbliche i titoli e le certificazioni menzionate dal bando; in questo allegato sono riportati i titoli ammessi, tra cui quelli relativi a competenze informatiche e linguistiche. 

Inoltre, è necessario disporre delle consuete caratteristiche di natura civile, politica e di idoneità. 

Ecco tutti i requisiti:

  •  godere dei diritti civili e politici
  • se minori, disporre del chi esercita le funzioni genitoriali
  • condotta incensurabile e non essere imputati in procedimento penali in atto
  • se militari, non essere coinvolti in procedimenti disciplinari avviati a seguito di procedimenti penali, se non in caso di sentenza irrevocabile di assoluzione dal fatto
  • non essere sottoposti a misure di prevenzione
  • essere in possesso di idoneità psicofisica ed attitudinale
  • non aver tenuto comportamenti contrari o non compatibili con i principi di democrazia e di condotta della Repubblica Italiana
 
Ai militari, inoltre, è richiesto che:
 
  • alla data di presentazione della domanda, non abbiano superato il ventottesimo anno di età
  • non abbiano presentato nel 2021 altre domande di partecipazione ad altri concorsi riconducibili a forze di ordinamento civile e militare
  • se VFP1, siano in servizio da almeno 1 mese continuativo
  • se VFP4, che non si trovino in rafferma biennale

Se civili, invece, è necessario aver compiuto il diciassettesimo anno di età e non aver superato il ventiseiesimo, già limite massimo per i cittadini non appartenenti alle forze armato che intendono intraprendere la carriera militare.

Quali sono le competenze più richieste nei concorsi pubblici?

Nell’ambito delle graduatorie pubbliche, siano queste per il comparto dell’istruzione, dell’amministrazione e delle forze armate, tra le competenze più importanti di cui disporre spiccano sicuramente quelle digitali.

Conoscere i dispositivi informatici e saper operare in digitale, infatti, è tra le abilità fondamentali per poter prendere parte al mondo del lavoro e farlo con successo.

Un modo efficace per acquisire le digital skills necessarie è quello di frequentare corsi riconosciuti e che permettano di conseguire una certificazione valida ai fini concorsuali; i corsi IDCERT, ad esempio, sono riconosciuti dal MIUR e permettono di accedere ad una certificazione spendibile in ambito dei concorsi pubblici, dei CFU universitari e a livello curricolare.

 

Concludendo

In questo articolo abbiamo pubblicato il bando ed approfondito requisiti e modalità di partecipazione al concorso per allievi carabinieri.

Il concorso è destinato a volontari in ferma prefissata di 1 anno (VFP1) e volontari in ferma prefissata di 4 anni (VFP4), con una capacità di 2938 posti disponibili, ripartiti tra le posizioni di carabiniere semplice ed appuntato dell’Arma dei Carabinieri.

Tra i titoli validi ai fini dell’accesso al concorso troviamo la certificazione informatica, che attesta le competenze digitali per l’utilizzo dei dispositivi informatici e lo svolgimento di attività in modo collaborativo.

La certificazione informatica IDCERT, ad esempio, è riconosciuta dal MIUR e a livello europeo, il che la rende spendibile ai fini dei concorsi pubblici, dei CFU universitari e di tutte le procedure di reclutamento per titoli.

Permettendo, così, ai partecipanti di ottenere un maggiore punteggio in graduatoria grazie alle proprie digital skills.

Il concorso è per allievi carabinieri ed è destinato a civili e volontari in VFP1 e VFP4.

I posti previsti dal concorso sono 2938.

Una delle certificazioni centrali nell'ambito dei concorsi pubblici e sicuramente quella informatica, che attesta le proprie abilità in materia di attività digitali.

Un ottimo modo per acquisire la certificazione è quello di seguire i corsi IDCERTpoiché, essendo riconosciuti dal MIUR, permettono di conseguire una certificazione spendibile in ambito concorsuale, universitario e curricolare.

Lascia un commento

Required fields are marked *