fbpx

Learn Anything Anywhere

“Facilitiamo la conoscenza in un mondo che si muove”

Repubblica Digitale: com’è andata l’assemblea nazionale sulle Competenze Digitali?
assemblea repubblica digitale

Repubblica Digitale: com’è andata l’assemblea nazionale sulle Competenze Digitali?

Si è conslusa da poco la prima Assemblea Nazionale di Repubblica Digitale. Anche noi di IDCERT abbiamo partecipato.
Repubblica Digitale: com’è andata l’assemblea nazionale sulle Competenze Digitali?
assemblea repubblica digitale

Nei giorni 15, 16 e 17 settembre si è tenuta la Prima Assemblea Nazionale di Repubblica Digitale, il programma coordinato dal Dipartimento per la Trasformazione Digitale del Governo Italiano.

Sono intervenuti Vittorio Colao (Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale), Mauro Minenna (Capo del Dipartimento per la trasformazione digitale), Fabrizia Benini (Capo dell’Unità Digital Economy, Recovery Plan and Skills della Commissione Europea), Nello Iacono (Coordinatore di Repubblica Digitale), Erika Miglietta (Dirigente Servizio iniziative di sistema per il settore pubblico del Dipartimento per la trasformazione digitale), Invitalia e l’Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano.

Assemblea Nazionale di Repubblica Digitale: quali temi sono stati affrontati?

Da poco tempo si è conclusa la prima Assemblea Nazionale di Repubblica Digitale ed è giunto il momento di tirare le somme di quanto si è detto.

Alla riunione hanno partecipato le oltre 200 organizzazioni della Coalizione Nazionale per le Competenze Digitali – compres* noi di IDCERT – e che hanno preso parte al programma Repubblica Digitale.

Il programma, coordinato da Nello Iacono e promosso dal Dipartimento per la Trasformazione Digitale per conto del Ministero dell’Innovazione Tecnologica e della Transizione Digitale, ha visto la partecipazione di importanti imprese, che hanno messo a disposizione delle risorse gratuite per la formazione digitale dei cittadini italiani.

Tra i temi affrontati, l’inclusione digitale, il gap delle competenze e l’importanza di sostenere lo sviluppo di Competenze Digitali e STEM nel settore pubblico, nelle imprese e tra i cittadini.

L’assemblea è stata introdotta da una plenaria di presentazione ed è stata suddivisa in sei workshop distribuiti lungo i tre giorni dell’evento. Ecco quali sono stati gli appuntamenti:

#1: Le competenze digitali nei piccoli comuni italiani

#2: Incentivi e misure a sostegno delle competenze digitali nel settore privato

#3: Lo sviluppo delle competenze digitali avanzate per i cittadini

#4: Inclusione digitale: servizi di facilitazione digitale, volontariato giovanile e scambio intergenerazionale

#5: Superamento del divario digitale di genere

#6: Accesso e orientamento dei giovani alle professioni ICT

Ognuno di questi ha visto l’intervento di diversi enti ed organizzazioni quali Formez PA, Regione Puglia, Consorzio.it, PA Social, TIM, Microsoft, MISE ed altri ancora. È stato, inoltre, introdotto il Premio Nazionale per le Competenze Digitali, che premia le migliori iniziative per la formazione digitale in 4 diverse aree di interesse.

Facciamo il punto sulle Competenze Digitali in Italia

Durante le varie sessioni è stata sottolineata l’importanza delle Competenze Digitali per poter chiudere il divario tra i cittadini e favorire l’inclusione.

Fornire le cosiddette Digital Skills permette ai cittadini di lavorare, studiare e fare uso dei servizi pubblici; per questo è stato confermato l’obiettivo compreso nella Strategia Nazionale per le Competenze Digitali di fornire le Competenze Digitali a:

  • 20 milioni di cittadini
  • al 50% dei dipendenti pubblici
  • a 800 mila docenti
  • a 2,5 milioni di dipendenti del settore pubblico
  • a 6 milioni di studenti
D’altronde, il rapporto DESI 2021 ha delineato sicuramente alcuni leggeri miglioramenti nel livello di digitalizzazione dell’Italia ma la situazione non è certo positiva. Dal report, infatti, emergono questi numeri percentuali per i quattro criteri di riferimento utilizzati:
 
  1. Capitale Umano: solo il 42% dei cittadini di età 16-74 anni possiede almeno le Competenze Digitali di base
  2. Connettività: ad avere accesso alla banda larga fissa è il 61% delle famiglie
  3. Integrazione delle Tecnologie Digitali: il 69% delle imprese italiane utilizza le tecnologie digitali, numero questa volta superiore alla media UE (60%). Tuttavia la percentuale si abbassa notevolmente se, oltre all’utilizzo della fatturazione elettronica, si tiene conto dell’adozione del cloud, dei big data e dell’intelligenza artificiale
  4. Servizi pubblici digitali: Solo il 36% degli utenti ricorre ai servizi pubblici digitali, dato in aumento ma ancora al di sotto della media europea (64%)

Le iniziative IDCERT per Repubblica Digitale

Come alcuni già sanno, da molto tempo noi di IDCERT portiamo avanti la missione di fornire le Competenze Digitali a cittadini, scuola, imprese e alla Pubblica Amministrazione.

Anche in occasione di Repubblica Digitale, abbiamo voluto dare il nostro contributo e abbiamo pubblicato ben due iniziative:

IO CITTADINO DIGITALE: il corso gratuito IDCERT che fornisce le Competenze Digitali di base, necessarie per poter ottenere la cittadinanza digitale. Il corso offre la possibilità di ricevere un attestato riconosciuto dal MIUR e valido per completare il proprio CV Europass. Iscriviti al corso gratuito e richiedi l’attestato!

IDCERT Competence Center: l’iniziativa che invita imprese, scuole, enti ed organizzazioni a diventare un Competence Center IDCERT ed affiliarsi al suo network.

I Competence Center sono centri autorizzati a distribuire i Corsi e le Certificazioni IDCERT, con l’obiettivo di accelerare la diffusione delle Competenze Digitali tra i cittadini. Diventa un Competence Center IDCERT ed entra nel nostro network!

Partecipare alla digitalizzazione è una grande occasione per tutti noi di crescere e accedere a tante nuove opportunità di lavoro. IDCERT ha fatto la sua mossa, ora tocca a te!

Lascia un commento

Required fields are marked *