fbpx

Learn Anything Anywhere

“Facilitiamo la conoscenza in un mondo che si muove”

Bando ATA 24 mesi: ecco la Nota MIUR e le tempistiche
bando ata 24 mesi

Bando ATA 24 mesi: ecco la Nota MIUR e le tempistiche

Ecco le indicazioni utili sul bando. Graduatorie provvisorie disponibili dall'8 luglio, quelle definitive dal 15
Bando ATA 24 mesi: ecco la Nota MIUR e le tempistiche
bando ata 24 mesi

Andiamo ad approfondire gli aggiornamenti al Bando ATA 24 mesi e i tempi relativi alle graduatorie di terza fascia, con la nota pubblicata di recente dal Ministero dell’Istruzione.

Bando Ata 24 mesi: novità e tempistiche

In articoli precedenti abbiamo parlato del bando e degli aggiornamenti a cui era stato sottoposto dal Decreto pubblicato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) che, di fatto, ne rinnovava buona parte delle procedure.

Tra gli aggiornamenti più importanti apportati dal decreto, infatti, troviamo la trasmissione telematica della domanda attraverso l’app POLIS, la necessità di dotarsi di credenziali SPID e, non meno importante, l’introduzione della certificazione IDCERT Livello Specialised valida ai fini del punteggio in graduatoria.

Le novità più recenti, invece, riguardano la produzione delle graduatorie di terza fascia nell’ambito del concorso per personale ATA: nella n.1797 del 10 giugno, infatti, il Ministero dell’Istruzione dispone tutte le tempistiche di emanazione delle graduatorie, con particolare riferimento alla pubblicazione di quella provvisoria (8 luglio) e quella definitiva (15 luglio).

 

Bando ATA 24 mesi: ecco le tempistiche nel dettaglio

Gli step previsti per la pubblicazione delle graduatorie di terza fascia sono vari. Ecco quali sono:

  • Rilascio prenotazione delle graduatorie provvisorie: 8 luglio 2021
  • Rilascio funzioni di gestione del procedimento: 8 luglio 2021
  • Rilascio prenotazione delle graduatorie definitive: 15 luglio 2021
  • Rilascio funzioni di verifica e convalida delle domande: 31 luglio 2021
Si prevede, quindi, il completamento della procedura entro il 31 luglio.
 

Quali sono le competenze più richieste nel bando?

Come abbiamo già detto, nell’ambito dei concorsi pubblici i titoli culturali ricoprono un ruolo essenziale, poiché certificano le proprie competenze in alcuni settori importanti.

Tra i requisiti più importanti di cui il partecipante al bando ATA 24 mesi deve disporre, infatti, troviamo le competenze digitali, perché centrali nello svolgimento di attività di collaborazione, reperimento di informazioni e produzione di contenuti digitali.

Uno dei mondi migliori con cui acquisire delle digital skills certificate è sicuramente quello di rivolgersi ad enti o aziende autorevoli, perché le certificazioni siano spendibili ai fini delle graduatorie pubbliche e dei CFU universitari. I corsi IDCERT, ad esempio, sono riconosciuti dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) e sono adoperabili nei concorsi pubblici e negli ambiti universitario e curricolare.

 

Concludendo

Nell’articolo abbiamo approfondito novità ed aggiornamenti sul bando ATA, fornendo la nota completa pubblicata dal Ministero dell’Istruzione ed indicando le tempistiche di pubblicazione delle graduatorie di terza fascia.

Oltre a questo, abbiamo ribadito quanto sia importante disporre di competenze sufficienti per poter svolgere le proprie attività in modo sereno ed efficace; a questo proposito, abbiamo indicato le digital skills come alcune tra le competenze fondamentali da acquisire, così da poter gestire mansioni di collaborazione, ricerca delle informazioni e produzione di contenuti digitali.

Tra le migliori soluzioni con cui conseguire i titoli culturali necessari, abbiamo parlato di IDCERT, che rilascia certificazioni riconosciute dal MIUR e spendibili in ambito concorsuale, universitario e personale.

La pubblicazione delle graduatorie provvisorie è prevista per l'8 luglio 2021, quella definitiva il 15.

Il rilascio delle funzioni di verifica e convalida delle domande è prevista per il 31 luglio 2021.

Tra i titoli culturali di cui disporre, hanno una posizione centrale le competenze digitali.

Acquisire una certificazione riconosciuta, infatti, è fondamentale perché certifica la propria abilità nello svolgere attività digitali di collaborazione, ricerca e produzione di contenuti.

Un ottimo modo per acquisire la certificazione è quello di seguire i corsi IDCERTpoiché, essendo riconosciuti dal MIUR, permettono di conseguire una certificazione spendibile in ambito concorsuale, universitario e curricolare.

Lascia un commento

Required fields are marked *